sabato 25 agosto 2012

La Presentazione di E Che Ve Lo Dico A Fare E La Daryl's House.

www.livefromdarylshouse.com

          Non è che vi devo stare a spiegare chi so' Hall & Oates, mi auguro. Invece vi devo spiegare che io sopra a internet non è che mi muovo come a uno di quelli che davvero ci sanno fare, macché. 
(Maronna e pure il figlio suo ascoltatevi a Smokey co' Hall, vedetevi a questi come suonano)


          Epperò, ogni tanto 'na botta di culo ce la tengo anch'io, evidentemente. Sì, perché ovviamente per puro caso ho scoperto la casa di Daryl, che ci voglio essere amico suo forte brutto.
(chiamatevi i Santi che volete e ditemi che riuscite a non sculettare co' It Was The Third Of Sept..)

         Dunque diciamo che ognuno vorrebbe fare qualcosa di fico. Tipo che tu ti chiami a casa un po' di amici e ti bevi un grande vino e magari parli di libri e di romanzieri e di cinema e di registi e di attori e di musica e di musicisti e metti su un disco e poi un altro, insomma ti passi una bella serata.


         Oppure, sempre co' gli amici di cui sopra fai qualcosa di meno elegante tipo che ti fracassi di birra e passi la serata a scoreggiare e ruttare, potrebbe pure essere divertente, mica voglio giudicare a nessuno.

          Ad esempio, ho appena finito il resoconto della serata di ferragosto di zio Billy e lunedì ve lo posto, chissà che non mi riesca di farvi fare un paio di risate per la ripresa della settimana che poi per molti sarà la ripresa pure dalle ferie.

          Insomma, la sera del 23 Agosto sono stato ospite del Comune di Potenza e dell'Associazione Culturale Tumbao e nel chiostro della Chiesa di San Michele si è parlato del mio romanzo "E Che Ve Lo Dico A Fare". Bella serata, niente da dire. C'era pure un sacco di gente, tutti molto carini con il sottoscritto. Quindi so' contento mica voglio dire di no, ma ci mancherebbe.


           Epperò vi voglio di' 'na roba che secondo me è 'na cosa troppo di livello superiore. Sì perché Daryl, Daryl Hall, quello di I Can't Go For That, tiene 'na sberla di casa alle Hawai e si chiama agli amici suoi e questi sbattono delle palate di versioni di pezzi da urlo sopra alla rete. Cristo, è 'na roba da pelle d'oca, andate sul sito e poi venitemi a riempire di mazzate se non è vero quello che vi dico.

          'Ue Luca ma tu fossi veramente scemo, ma t vuo' paragona' a Daryl, per caso? No, so' già contento così che sul blog mio ci posto i pezzi suoi, arrivederci a lunedì col racconto di ferragosto che sarà 'na roba che manco ve l'immaginate...